Vita da soffione

07.10.2018


"Questo è un libro sui soffioni. Anzi, sui Soffioni: persone che, indipendentemente dall'età, dall'estrazione sociale, dal grado di istruzione e ogni altra caratteristica, sono legate da un tratto comune, ossia la fragilità. Le persone-Soffione sono, proprio come il Dente di Leone, pronte ad andare in pezzi al minimo alito di vento, sotto la spinta delle mille difficoltà della vita. Persone non aggressive, non competitive, fortemente empatiche, che sentono su di sé il dolore del mondo: persone che, anche per questa loro fragilità, si sentono inadatte, fuori posto, deboli. A tutti costoro bisogna dire che è vero, possono anche essere fragili, ma che fragilità non vuol dire debolezza, bisogna convincerli che essere sensibili non è un male e che essere empatici non li rende inferiori. Insomma, essere fragili come un soffione, essere una persona-Soffione, non è un male: anzi, va benissimo".




Autore: Vieri Peroncini

Vieri Peroncini è nato a Trieste il 28 gennaio del 1967 da una tipica famiglia triestina, cioè con ramificazioni in mezza Mitteleuropa e oltre, e a Trieste si è laureato in Lettere Moderne. Giornalista pubblicista, ha collaborato con i quotidiani Il Gazzettino ed Il Piccolo, con riviste cartacee ed on line, ma più che di quel che ha scritto è, per dirla con Borges, orgoglioso di quello che ha letto: al ritmo di un centinaio di libri l'anno, capisce molto bene Pessoa che diceva "per comprendere mi sono distrutto". Nella vita, ha raccolto mele, agganciato vagoni ferroviari, insegnato latino, fatto il sindacalista, assistito persone disabili, allevato conigli controvoglia, arbitrato incontri di tennis, tirato con l'arco e un'altra quantità di cose assurde. È fortunatamente sposato con Laura, che continua a vedere in lui cose che gli specchi non riflettono più, ed ha un figlio di 22 anni, Nicolò, al quale probabilmente lascerà in eredità solo la sua terra, ovvero parole (cit. e cit.).

È un Soffione.

Prezzo di copertina euro 12,00