MORTE DI UN'APE REGINA

27.09.2018


Titolo: Morte di un'ape regina

2° romanzo della serie

Manuèl rompe con il proprio passato e decide di trasferirsi in Friuli. Lì non potrà più essere un ispettore di polizia, ma grazie a un'importante eredità paterna ha la possibilità di riflettere con calma. Decide di trascorrere il week end a Duino e cena in un locale del porticciolo. Al tavolo vicino al suo, una comitiva di ragazzi e ragazze parlotta per tutta la sera: l'argomento principale è una leggenda legata alla Dama Bianca, il fantasma di una giovane donna che aleggia tra le rovine del castello che si trova proprio nei pressi del ristorante, a picco sul mare. Una bionda del gruppo, Ilaria, sfida gli altri a seguirla tra le rovine. All'alba del giorno seguente Manuèl viene svegliato dalla sirena di una volante che si ferma sotto alla finestra della sua camera. Sceso in strada, si rende conto che i membri della comitiva hanno accettato la sfida e che Ilaria ha perso la vita precipitando in acqua. Grazie alla recente amicizia col Questore di Trieste, Manuèl si infiltra nelle indagini e sentiti i ragazzi emerge che Ilaria potrebbe non essere stata vittima di un incidente, bensì di un omicidio. Inizia quindi un'indagine dell'ex ispettore che si cala nel mondo dell'adolescenza da dove emergono passione, odio, superficialità, rivalità, vendetta. Il suicidio di quello che diventa il sospettato numero uno scatena una caccia che si concluderà con un escamotage scenico alle rovine del vecchio castello, dove il vero assassino sarà catturato e la sua agghiacciante confessione lascerà Manuèl a bocca aperta in quanto a crudeltà e determinazione. Sulla via del ritorno verso Cividale, Manuèl si imbatte in un clochard intento nel buttarsi dalla scogliera. Dopo un corpo a corpo, il nostro convincerà lo sconosciuto a seguirlo a casa, con la promessa di un pasto e di un rifugio dove trascorrere la notte.